Il rasoio trascendentale di Enzo Moscato nei racconti di Archeologia del sangue (1948-1961)

La polaroid del 1999 di Patrizio Esposito che satura in azzurro la copertina di Archeologia del sangue (1948-1961) di Enzo Moscato (Edizioni Cronopio, 2020) sussume il senso della raccolta di racconti nel profilo di due finestre sovrastate da un balcone che si affacciano (e si gettano) su un panorama vago e lattiginoso, in-definito, potremmo dire … Continua a leggere Il rasoio trascendentale di Enzo Moscato nei racconti di Archeologia del sangue (1948-1961)

Resta ancora un po’: il pretesto di un viaggio on the road per dare pace ai fantasmi

Ci sono storie che ruotano su se stesse, senza mai davvero raggiungere una acme. La catarsi è negata o arriva in sordina ed è come se non potesse mai davvero spostare gli accenti nella metrica incoerente delle esistenze. Ghila Piattelli gestisce i personaggi del suo romanzo d'esordio Resta ancora un po' (Giuntina, 2020) lasciandoli precipitare … Continua a leggere Resta ancora un po’: il pretesto di un viaggio on the road per dare pace ai fantasmi

Forse mio padre: Laura Forti inventa il ritorno dell’amore

«Diciamo quindi che l'idea di eterno ritorno indica una prospettiva nella quale le cose appaiono in maniera diversa da come noi le conosciamo: appaiono prive della circostanza attenuante della loro fugacità. Questa circostanza attenuante ci impedisce infatti di pronunciare qualsiasi verdetto. Si può condannare ciò che è effimero? La luce rossastra del tramonto illumina ogni … Continua a leggere Forse mio padre: Laura Forti inventa il ritorno dell’amore

Flavio Albanese: la ricerca del principio comune

Conversazioni al presente sono incontri pensati per avvicinare lettori e lavoratori dello spettacolo, per vivere insieme il qui e ora oltre le sofferenze e le costrizioni, le mancanze e le privazioni. Riflettere sul tempo presente apre le porte al futuro, è un'occasione di studio. Flavio Albanese si diploma nel 1990 alla Scuola di Teatro del … Continua a leggere Flavio Albanese: la ricerca del principio comune

Parodia ed estetica dei sopravvissuti. Appunti su tre film di Paolo Sorrentino

L’UOMO IN PIÙ, LA GRANDE BELLEZZA, YOUTH. TRE FILM CENTRALI NELLA PRODUZIONE DI SORRENTINO PER ANALIZZARE LA SUA L’ESTETICA. È il 2001. Paolo Sorrentino dirige il suo primo film, L’uomo in più, già con l’impronta della sua postura autorale: ne firma anche soggetto e sceneggiatura e vince il Nastro D’Argento per il miglior film esordiente. Nella … Continua a leggere Parodia ed estetica dei sopravvissuti. Appunti su tre film di Paolo Sorrentino

Bozzetto non troppo, dall’Italia alla Cina a tempo di Bolero

Il documentario “Bozzetto non troppo” di Marco Bonfanti è stato presentato alla 73ͣ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica Venezia (Venezia Classici), distribuito da Istituto Luce Cinecittà (2016). Nel 2020 arriva in Cina, acquistato da Hualu New Media. Se Pablo Picasso ammetteva di avere impiegato tutta la vita per imparare a dipingere come un bambino, Bruno Bozzetto difende con gioia la … Continua a leggere Bozzetto non troppo, dall’Italia alla Cina a tempo di Bolero

Nunzia Antonino: il Teatro è un’arte fondata sull’incontro

L'attrice Nunzia Antonino ha studiato danza e teatro in Italia con stage di perfezionamento nelle scuole d’arte di Varsavia e Parigi: con Daniela Bönsch, Pierre Biland, Jean Claude Penchenat, Giancarlo Sammartano, Guido De Monticelli, Alvaro Piccardi, Giorgio Albertazzi, Francesca della Monica, Julie Stanzak, Emunsas Nekrosius. Dall’86 ha lavorato con Pagliai, Gassman, Mario Scaccia, Adriana Innocenti, … Continua a leggere Nunzia Antonino: il Teatro è un’arte fondata sull’incontro

Matera vista dal Premio Energheia, ricordando Enrique Irazoqui

In giuria al Premio Energheia 2020 dall’11 al 13 settembre: l’occasione di un corpo a corpo con i Sassi di Matera. Da ventisei anni Felice Lisanti e la sua Associazione culturale promuovono a Matera la lettura e la scrittura, dando spazio agli esordienti senza limiti d’età, ma con particolare attenzione nei confronti dei giovanissimi scrittori. … Continua a leggere Matera vista dal Premio Energheia, ricordando Enrique Irazoqui

Arriva a Bari Roberto Benigni e il Bif&st si chiude tra maschera e sentimento

Non è ancora salito sul palco, ma ha già conquistato Piazza Libertà. Benigni si fa strada con il suo inconfondibile passo, si toglie la mascherina e saluta il pubblico del Bari International Film Festival 2020. Si è sollevato un venticello ironico e sferzante, proprio come lui. Ma chi è Roberto Benigni? Siamo certi di conoscerlo? … Continua a leggere Arriva a Bari Roberto Benigni e il Bif&st si chiude tra maschera e sentimento

Ina Weisse al Bif&st 2020: il mio Cinema ispirato da Tarkovskij, Truffaut, Bergman e Von Trotta

Ina Weisse ha due occhi azzurri cristallini che sono attraversati da un bagliore caldo, la sua figura elegante rivela l’intelligenza di una intellettuale colta e acuta. Nella settima giornata di proiezioni e incontri del Bari International Film Festival 2020 viene proposto in anteprima internazionale il suo ultimo film, Das Vorspiel (2019), scritto a quattro mani … Continua a leggere Ina Weisse al Bif&st 2020: il mio Cinema ispirato da Tarkovskij, Truffaut, Bergman e Von Trotta