“Tell me about a complicated man, / Muse, tell me how he wandered and was lost / when he had wrecked the holy town of Troy, / and where he went, and who he met, the pain / he suffered in the storms at sea, and how / he worked to save his life and bring his men / back home”.

Homer, Odyssey, traduced by Emily Wilson, W. W. Norton, 2017

Per Emily Wilson, prima donna a tradurre l’Odissea omerica in inglese, il protagonista diventa un complicated man. Un uomo complesso. L’aggettivo greco polytropon è aggettivo prismatico in sé.

Crediamo che la medesima complessità, in un’epoca come la nostra che tende alla banalizzazione delle parole e delle azioni, sia tutta da riscoprire. Del resto, il viaggio di Ulisse non sarebbe ancora oggi così interessante se il suo ritorno ad Itaca non significasse anche molteplicità di incontri umani e culturali, intellettuali.

Per Polytropon Magazine la Musa è la Parola, Odisseo diventa il Mondo.

Tell me about a complicated World, Word.

Le nostre sezioni

  • #Voix: contributi d’autore, editi ed inediti.
  • #Lettera22: dal nome della macchina da scrivere Olivetti di Pier Paolo Pasolini, lo spazio per le recensioni e gli interventi di critica letteraria.
  • #Conversazioni: le interviste e gli incontri.
  • #Chièdiscena: lo spazio interamente dedicato al Teatro e agli spettacoli (ai teatranti e agli spettatori).
  • #Cinemà: tutto sul mestiere del Cinema.
  • #VoyageOut: i nostri reportage.